GUARIRE LA CASA PER GUARIRSI: L’HOME THERAPY

Quanto è importante la nostra casa per noi? E soprattutto quanto ce ne prendiamo cura?

Fin dall’antichità l’uomo ha cercato un luogo dove dormire, mangiare e ripararsi durante l’inverno: sto parlando della nostra prima casa, la caverna, che ci assicurava controllo e sicurezza. Al giorno d’oggi le nostre case, anche se ovviamente molto più evolute, hanno la stessa funzione della caverna per i nostri antenati. La casa è il nostro luogo sicuro e confortevole dove tornare dopo il lavoro o magari dopo una brutta giornata.

Alcuni di noi non danno molta importanza alla propria abitazione e la vedono come un contenitore per le loro cose, un luogo dove stipare oggetti che non ci rendiamo conto essere perfettamente inutili e che in realtà non fanno altro che danneggiarci e bloccare energia. A lungo andare ci ritroveremo stanchi, esausti, la nostra casa potrebbe infonderci un senso di ansia e soffocamento.

La nostra casa andrebbe pensata come un organismo vivente, che entra in connessione con noi: il disordine che abbiamo intorno, ad esempio, può essere dovuto a un disordine mentale di cui non ci vogliamo occupare. Probabilmente molti di voi percepiscono questo senso di disagio ma non riescono a collegarlo allo stato di fatto del loro appartamento. Accumulo di polvere e di oggetti, arredi fuori misura, colori sbagliati: tutto questo contribuisce a bloccare il naturale flusso di energia al suo interno. Una casa ammalata ci fa ammalare e viceversa.

E’ arrivato il momento di cambiare e di fare spazio al nuovo, prendendoci cura di noi e della nostra casa!

“Quando lavori sulla tua casa lavori su te stesso e quando cambi la tua casa, cambi te stesso”

M.Gilligham-Ryan

PERCHE’ INIZIARE QUESTO PERCORSO

  • Sei stanco, la tua vita sembra essere ferma ad un punto morto. Devi cambiare e focalizzare una nuova vita.
  • Un grosso evento ti ha cambiato la vita, ti senti bloccato e devi riguadagnare confidenza e movimento.

  • Ti sei trasferito da poco, la casa è nuova e bella ma senti che qualcosa non va, ti senti a disagio.
  • Accumulo e iperarredamento, la casa è troppo piena ma non riesci a buttare via niente: la situazione è al limite bisogna intervenire.

  • Da qualche tempo non riesci più a stare nel tuo appartamento, probabilmente ci torni solo per mangiare e dormire.
  • Ci vivi da anni ma ti sembra che la casa non ti appartenga e che non ti rispecchi più. Se stai cambiando la casa deve cambiare insieme a te.

  • Troppo colore o troppo poco. Il colore è importante e può stimolarci o deprimerci. Non tutti i colori si adattano a noi e alla nostra personalità. Approfondiamo!

PRIMA E DOPO

Vi ho presentato qui sopra i prima e dopo di un piccolo appartamento di 65 mq quadrati circa sul quale abbiamo fatto Home Therapy applicando il “Percorso Homecoming”. I mobili che c’erano prima non si adattavano alle finiture e all’ampiezza dello spazio: erano troppo grandi e troppo pieni di roba. I colori invece erano sconnessi, bisognava rivedere l’intera situazione.

C’era bisogno di aria nuova e di fare in modo che l’energia ricominciasse a fluire liberamente. Abbiamo svuotato i mobili ed eliminato tutto ciò di cui non c’era più bisogno e che stava occupando spazio inutilmente. Abbiamo eliminato e venduto qualche mobile troppo grande, sostituendolo con qualcosa di più piccolo ma comunque funzionale e cercato una sistemazione diversa per i mobili che abbiamo deciso di tenere. Abbiamo sostituito le luci e pitturato: l’appartamento ne ha guadagnato in vita e vigore, così come i proprietari!

Non sembra anche più grande con la nuova disposizione dei mobili?

RITROVARE L’EQUILIBRIO CON IL “PERCORSO HOMECOMING”

Avere una casa sana e bella è molto importante per stare bene con noi stessi e gli altri. Ogni casa è diversa, ogni persona è diversa, quindi valuteremo insieme i passi da seguire per aiutarti a ritrovare l’equilibrio.

Come prima cosa valuterò se è necessario occuparsi di fare un decluttering. Non si può portare ordine nella propria casa e in sé stessi se prima non ci si è liberati del superfluo. Per decluttering non intendo buttare via tutto, ma valutare gli oggetti prima di prendere la decisione di liberarsene, regalarli, venderli o tenerli. Ognuno di noi ha oggetti in casa che non ricorda neanche di avere, vestiti con cartellini attaccati o che non ci entrano più, documenti che sono ormai diventati spazzatura. Prenderemo in esame vestiti, documenti, libri, utensili della cucina e oggettistica di vario genere. Ci dobbiamo liberare delle vecchie zavorre per fare spazio a ciò che davvero è importante per noi!

Dopo aver liberato la casa dal disordine e dal superfluo ci occuperemo di fare ordine. Se necessario cambierò la disposizione dei mobili esistenti: questo contribuirà a far scorrere in modo ottimale il flusso di energia. Prima di continuare consiglio sempre di pulire a fondo tutta la casa e di riparare tutto ciò che non funziona. Vedrai che a questo punto del percorso comincerai già a percepire un’aria diversa nel tuo appartamento perché ti stai prendendo cura di te e della tua casa.

Passiamo al capitolo colore e decorazione. Studierò la palette più adatta per te e per la tua nuova casa: creerò una moodboard, una tavola che raccoglie immagini, colori, tessuti e decorazioni, che saranno d’ispirazione per il progetto finale.

Alla fine di ogni percorso effettuo sempre un servizio fotografico professionale per mettere in risalto tutto il grosso lavoro che è stato fatto sulla tua casa. Ti regalerò una piccola brochure che racchiude le foto del prima e del dopo, che ti aiutino a e mantenere un ambiente sano, pulito e ben organizzato.

Sarà una casa diversa, in linea con chi sei o con chi vuoi diventare.

vai ai lavori

Questo è quello che fa per me, sono pronto a cambiare!

SCRIVO SUBITO!